Detrazioni fiscali 2020

Informazioni utili e promo

Le detrazioni fiscali 2020 sono un bel vantaggio per chi sostituisce e/o installa schermature solari e per chi ristruttura o restaura le facciate della propria casa.

Molti dei nostri prodotti rientrano in queste casistiche: tende da sole e pergole, zanzariere, tapparelle avvolgibili, frangisole, serramenti, parapettiEcco perché consigliamo sempre ai nostri clienti di cogliere l’occasione e risparmiare fino al 50% dell’importo totale.

Non sempre però è facile capire come muoversi in questo campo, ecco perché, con la collaborazione dell’Ing. Deborah Gretti, cui spesso ci affidiamo, anche quest’anno vi proponiamo un articolo semplice e utile per chiarire molti dubbi.

Come accedere alle detrazioni fiscali

Per accedere alle detrazioni fiscali è necessario che gli interventi apportino una miglioria all’immobile oggetto di intervento. Tutte le prestazioni connesse all’intervento sono detraibili: oneri di progettazione, acquisto di materiali e relativa posa, eventuali opere murarie necessarie al completamento dei lavori.

È necessario conservare tutte le fatture emesse corredate della relativa distinta di esecuzione del bonifico redatto per il pagamento, da effettuarsi mediante apposito bonifico per detrazioni fiscali.

Ristrutturazione edilizia

Quali sono gli interventi detraibili al 50%? Quelli effettuati su abitazioni private (quindi la loro prerogativa è il carattere residenziale) che possono essere classificati come attività di edilizia libera ai sensi del DM 2 marzo 2018, oppure manutenzione straordinaria o ristrutturazione edilizia (in questi ultimi due casi possono necessitare di presentazione della comunicazione in Comune ad opera di un tecnico abilitato).

Le normali sostituzioni sugli immobili si configurano come manutenzione straordinaria ogni qual volta si apportino modifiche ai colori e/o ai materiali utilizzati. Ecco quindi che la sostituzione delle vecchie tapparelle in pvc o legno con nuove tapparelle in alluminio coibentato, ad esempio, rientra in questa casistica.

Gli interventi di manutenzione ordinaria non permettono l’accesso a questo tipo di detrazione, a meno che non vengano effettuati su parti comuni di edifici condominiali.

Risparmio energetico

Sono detraibili al 50% anche alcuni interventi di manutenzione ordinaria non compresi nella detrazione per ristrutturazione edilizia.

Questi interventi devono apportare un miglioramento delle prestazioni energetiche dell’immobile, nel rispetto dei requisiti minimi dettati dalla normativa in vigore.

In questi casi non è necessario il deposito della domanda in Comune. È invece obbligatoria la comunicazione dell’intervento effettuato, solo al termine dei lavori, ad ENEA.

Tra questi vi ricordiamo: sostituzione di serramenti ed infissi che mantengano inalterati colore, materiale e dimensioni, installazione di zanzariere e di schermature solari esterne mobili in zone prive di vincoli ambientali. Quest’ultimo intervento in alcuni Comuni è ancora subordinato al deposito di una pratica di comunicazione di inizio lavori asseverata, anche a seconda della dimensione della schermatura stessa.

Bonus facciate

La novità 2020 è il bonus facciate. In questo caso la detrazione fiscale è addirittura del 90%.

In questa casistica rientrano gli interventi su edifici in zona residenziale A o B (centro storico e zone limitrofe) che comportino una riqualificazione delle facciate. Un classico esempio è la sostituzione o il restauro di parapetti e balconi.


Cos’è importante sapere:

  • Quando vengono modificati materiali e/o colori di elementi esterni all’edificio tale intervento si configura come manutenzione straordinaria.
  • Per le schermature solari (es. tende da sole a bracci, a caduta o a cappottina, veneziane, tende a rullo) sono ammessi gli orientamenti da est a ovest, passando per sud. Sono esclusi nord, nord-est e nord-ovest.
  • Le detrazioni fiscali possono essere messe a carico dei familiari conviventi col possessore dell’immobile di residenza o altro immobile libero e non locato, qualora questi non abbia la possibilità di fruirne.
  • Gli interventi che permettono l’accesso alla detrazione fiscale del 50% per ristrutturazione edilizia consentono l’ottenimento del bonus mobili, una detrazione sempre del 50% sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici per lo stesso immobile, con una soglia di spesa massima di € 10.000,00.
  • Per la detrazione al 50% per risparmio energetico è necessario compilare l’apposita domanda nel portale di ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori.
  • Per gli interventi che rientrano nel Bonus Facciate, tra le spese che godono delle detrazioni al 90% possono essere inserite anche le spese correlate, ad esempio quelle sostenute per i ponteggi, per le imposte di bollo, per i titoli abilitativi e per le prestazioni professionali.